Truffa al telefono: si spacciano per volontari. L'Ail del Trentino avverte: "Non siamo noi"

"Non esiste nessun incaricato per la raccolta fondi al telefono". Numerose segnalazioni da tutta la provincia

Truffatori in azione al telefono. Una truffa particolarmente odiosa perchè messa a segno utilizzando il nome di un'associazione di volontariato che raccoglie fondi per la ricerca  contro leucemie, linfomi e mieloma. La segnalazione arriva infatti dall'Ail di Trento che parla di "numerose segnalazioni da tutta la provincia di persone che telefonano a casa spacciandosi come volontari dell'Ail, chiedendo offerte in denaro". 

"Non esiste  nessun incaricato per tale raccolta" chiarisce l'Ail, ribadendo che le uniche modalità per versare la propria donazione sono attraverso il conto corrente postale intestato o i conti correnti bancari presso laa Cassa Rurale di Trento e la Casa Rurale Alta Valsugana. 

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Si schiantano e rimangono incastrati sotto lo scooter: arrivano i Vigili del Fuoco con le pinze idrauliche

Torna su
TrentoToday è in caricamento