"Truffa dello specchietto" in Primiero, arrestato a Catania

Ha ammaccato la Panda di un'anziana signora per simulare un incidente, l'ha inseguita con la sua Mercedes pretendendo un risarcimento per lo specchietto rotto: arrestato dopo tre mesi

Nuovo caso, vecchia truffa: è stato arrestato ad Adrano, comune della provincia di Catania, un 46enne che avrebbe messo a segno in Trentino, ad Imer, la classica "truffa dello specchietto". I fatti risalgono al 4 agosto scorso: la vittima è un'anziana signora che, a bordo della sua Fiat Panda, è stata inseguita dal truffatore a bordo di una Mercedes e costretta a fermarsi.

L'uomo aveva precedentemente ammaccato la carrozzeria della Panda con un sasso, mentre la signora si trovava a fare la spesa in un supermercato, per simulare un urto tra le due auto. Una volta fermata la signora, a colpi di clacson e minacce, l'ha  convinta  a ripagare il danno di uno specchietto rotto, in realtà anche questo danneggiato "ad hoc" in precedenza, con 200 euro in contanti. La signora si è poi recata in caserma per raccontare l'accaduto ai carabinieri i quali  hannno immediatamente capito che si trattava di una truffa. A più di tre mesi di distanza dall'accaduto si è arrivati all'identificazione ed all'arresto del truffatore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paura per un grave incidente a Mattarello: pedone travolto mentre attraversa sulle strisce

  • Incidenti, si schianta con l'auto contro un muretto: morta mamma di quattro figli

  • Tragico incidente a Pampeago: si schianta fuori pista e muore

  • Incidente al Bus de Vela, traffico bloccato ed ambulanze sul posto

  • San Giovanni di Fassa, guida ubriaco l'auto di un altro: patente sospesa per due anni

  • Autovelox sulle strade trentine, ecco dove saranno a gennaio

Torna su
TrentoToday è in caricamento