Si finge carabiniere per rivendere pezzi di ricambio, denunciato

Su facebook tesserino e distintivo dell'Arma, finti come i pezzi di ricambio acquistati su Subito.it da un giovane trentino

Si è spacciato per carabiniere per vendere pezzi di ricambio usati, ma è stato denunciato dai (veri) carabinieri di Lavarone, che hanno scopeto la truffa. Nei guai C.V. 66enne palermitano che nei giorni scorsi è incappato nella lunnga mano dlla giustizia per una truffa messa asegno in internet.

Ha cercato di rivendere su subito.it pezzi di ricambio per auto, inesistenti. Per carpire la fiducia dei clienti aveva messo come immagine di profilo su facebook tesserino e distintivo dell'arma, altrettanto finti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vittima un impiegato trentino che si è visto recapitare a casa  pezzi di ricambio per fuoristrada inservibili. Oltre alla denuncia penale, sarà anche avviato un provvedimento amministrativo nei confronti dell’esercente per la revisione della licenza di vendita, dato che tra gli articoli del suo commercio vi sono anche distintivi per Forze dell’Ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento