Truffa online: paga i ricambi per auto ma i venditori spariscono

Avevano promosso online la vendita di ricambi per autovetture e ricevuto il pagamento della merce dall'uomo con una ricarica Postpay, per un ammontare di euro 400: poi non hanno spedito la merce già pagata e si sono resi irreperibili. Due denunciati

Hanno preso i soldi, 400 euro, senza spedire gli autoricambi che avevano promesso all'acquirente e che questi aveva visto su un annuncio online. Ma non hanno fatti i conti con la determinazione dell'uomo, che si è rivolto ai carabinieri di Canazei, dove vive, per riavere il denaro. Dopo la querela presentata dall'uomo, i carabinieri hanno denunciato per truffa in concorso due uomini originari di Giarre, in provincia di Catania, un 19enne e un 45enne, i quali, in concorso tra loro - sostengono i carabinieri - avevano promosso online la vendita di ricambi per autovetture e ricevuto il pagamento della merce dall'uomo con una ricarica Postpay, per un ammontare di euro 400. I due però hanno cercatoi di truffare l'acquirente non provvedendo a spedire la merce e rendendosi irreperibili. Per loro è scattata una denuncia.

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

I più letti della settimana

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

Torna su
TrentoToday è in caricamento