Sembra legno ma sono rifiuti pressati: sequestro del Noe

Il Nucleo operativo ecologico di Trento stamattina ha proceduto a Mazzin, Vigo, Pozza e Moena al sequestro di 1748 scatoloni da 16Kg l'uno (poco meno di 28 tonnellate) contenenti simil-legna da riscaldamento

Il Nucleo operativo ecologico di Trento stamattina ha proceduto a Mazzin, Vigo, Pozza e Moena al sequestro di 1748 scatoloni da 16Kg l’uno (poco meno di 28 tonnellate) contenenti simil-legna da riscaldamento.

Seguiranno indagini di laboratorio, ma non sembra esserci dubbio sul fatto che il contenuto non sia legna buona, bensì materiale derivato di altra lavorazione, tipicamente recupero rifiuti.
 
I colli provengono dalla provincia di Teramo e sono stati venduti all’ignara famiglia cooperativa locale, parte offesa in tutto il “giro” assieme ai cittadini che, possessori di stufe a caminetto per riscaldamento, non otterranno lo sperato apporto calorico. In ogni caso, almeno secondo i primi accertamenti svolti, non appare esserci pericolo per la salute in caso di combustione dei tronchetti.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento