Cermis: fuori pista in motoslitta, morirono in sei: Iagafarov patteggia

Ha patteggiato una pena di due anni, con la condizionale, Azat Iagafarov, il russo di 58 anni che la notte del 4 gennaio era alla guida della motoslitta uscita di pista sul Cermis causando sei morti, tutti russi, tra i quali anche la moglie

Ha patteggiato una pena di due anni, con la condizionale, Azat Iagafarov, il russo di 58 anni che la notte del 4 gennaio era alla guida della motoslitta uscita di pista sul Cermis causando sei morti, tutti russi, tra i quali anche la moglie. L'udienza questa mattina in tribunale a Trento. L'uomo, che non andrà in carcere, dovrà lasciare l'Italia perchè ha ricevuto un ordine di esplusione amministrativa. L'albergatore russo aveva proposto un risarcimento di 8 mila euro ai familiari delle vittime, i quali però hanno rifiutato e quindi non è esclusa una causa civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trento, accoltellato dalla fidanzata: ragazzo soccorso per strada e trasportato in ospedale

  • Le migliori osterie del Trentino secondo Slow Food

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Camion bloccato dalla neve: arrivano i Vigili del Fuoco con l'autogru

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Pioggia e neve: allerta meteo della Protezione Civile per le prossime 48 ore

Torna su
TrentoToday è in caricamento