Cermis: fuori pista in motoslitta, morirono in sei: Iagafarov patteggia

Ha patteggiato una pena di due anni, con la condizionale, Azat Iagafarov, il russo di 58 anni che la notte del 4 gennaio era alla guida della motoslitta uscita di pista sul Cermis causando sei morti, tutti russi, tra i quali anche la moglie

Ha patteggiato una pena di due anni, con la condizionale, Azat Iagafarov, il russo di 58 anni che la notte del 4 gennaio era alla guida della motoslitta uscita di pista sul Cermis causando sei morti, tutti russi, tra i quali anche la moglie. L'udienza questa mattina in tribunale a Trento. L'uomo, che non andrà in carcere, dovrà lasciare l'Italia perchè ha ricevuto un ordine di esplusione amministrativa. L'albergatore russo aveva proposto un risarcimento di 8 mila euro ai familiari delle vittime, i quali però hanno rifiutato e quindi non è esclusa una causa civile.

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento