Ragazze programmatrici: a Trento uno spazio dedicato all'informatica, vietato ai maschi

Incontri per sole donne, dedicati ad informatica e programmazione "semplicemente, per chi ha voglia di fare due chiacchiere sulle gioie e i dolori dell'essere una ragazza nell'ambito dell'informatica"

Girls only, vietato ai maschi: uno spazio per sole donne dedicato... alla programmazione. Nasce a Trento GirlsCode, un appuntamento settimanale dedicato ad informatiche e programmatrici, rigorosamente al femminile. "Uno spazio fornito da per donne e ragazze che hanno voglia di muovere i loro primi passi nel mondo della programmazione, e per programmatrici già formate che hanno bisogno di supporto. Oppure, semplicemente, per chi ha voglia di fare due chiacchiere sulle gioie e i dolori dell'essere una ragazza nell'ambito dell'informatica" spiegano, sul sito, Erinda Jaupaj e Valentina Servile, programmatrici di XPeppers, giovane azienda informatica con sedi a Milano, Lugano, Roma e Trennto.

E' appunto presso la sede di Piazza di Centa che si svolgeranno gli  incontri, ogni  martedì dalle 18.15 alle 20.15. Perché un incontro per sole donne? "Perché le donne sono una delle categorie più sotto rappresentate nel mondo dell'informatica, quindi speriamo nel nostro piccolo di riuscire ad invogliarle a sperimentare con il codice e, magari, perseguire una carriera come programmatrici. Vogliamo coinvolgere anche e soprattutto chi proviene da un brackground completamente diverso, non ha mai considerato questa materia o l'ha abbandonata dopo essersi confrontata con il sistema scolastico o lavorativo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

  • Ragazza aggrappata al parapetto, in piedi in mezzo al ponte Mostizzolo: il salvataggio

  • "Addio Betta, un esempio per tutti noi": soccorritrice stroncata dalla malattia

Torna su
TrentoToday è in caricamento