Alto Adige: si studia un collegamento ferroviario con la Svizzera, ok a quello con il Cadore

Dopo la firma con la Lombardia per il traforo ferroviario dello Stelvio arriva quella con il Veneto per prolungare i binari della Val Pusteria fino al Cadore. E c'è di più: il governatore Kompatscher ha annunciato un collegamento tra la Val Venosta e la Svizzera, confermati per altri tre anni i pullman

L'Alto Adige sarà la nuova Metroland? Così pare stando ad  alcune dichiarazioni, rilasciate nel giro di pochi giorni, da parte del presidente altoatesino Arno Kompatscher. Rotaie ad est e ad ovest: secondo quanto ha dichiarato il governatore sarebbe allo studio un collegamento ferroviario con la Svizzera attraverso la Val Venosta.

Dall'altra parte, ad est, il collegamento con il Cadore fa un passo avanti. Il collegamento si effettuerebbe tramite il prolungamento della ferrovia in Val Pusteria, che ad oggi arriva fino al confine con l'Austria, a San Candido. Questo secondo progetto è al centro del protocollo d'intesa con la Regione Veneto firmato  ieri dalla Giunta altoatesina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Abbasso la gomma, viva  la rotaia! Nel frattempo però è stato confermato per i prossimi tre anni il servizio pubblico, tramite convenzione privata, con la Svizzera tramite autobus. Il collegamento è tra i paesi di Malles in Val Vensta e Müstair, al di là del confine, ma tanto basta per creare un collegamento tra la ferrovia della Val Venosta e quella svizzera, e raggiungere Zurigo partendo direttamente da Merano in circa 5 ore. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento