Venti treni regionali: gli interni sono in loden

"Inaugurati" da Rossi e Kompatscher gli ultimi 7 convogli della nuova flotta, il rivestimento dei sedili realizzato da un lanificio altoatesino

E' un materiale innovativo che viene da un'esperienza antica quello che riveste i sedili dei nuovi treni "Flirt" e "Jazz" consegnati oggi alle province di Trento e Bolzano. Il loden, tessuto che caratterizza il vestiario tipico trentino e tirolese, conosciuto in tutto il mondo per giacche e cappotti, è diventato un materiale all'avanguardia per il comfort dei passeggeri. Si tratta  di un particolare tipo di loden realizzato dal lanificio altoatesino Moessmer, a stretto contatto coon Ed Design e Kiel. La materia prima, la lana, è completamente organica ed assicura una superficie traspirante e repellente allo sporco.

I treni "inaugurati" questa mattina sono gli ultimi 7 di una flotta di 20, che eseguiranno circa 200 corse al giorno, ovvero l'80% del trasporto passeggeri su rotaia nelle due province. Le Province di Trento e Bolzano e Trenitalia hanno investito complessivamente circa 140 milioni di euro, 134 per i convogli e 6 per interventi di manutenzione e infrastrutturali. I treni Flirt realizzati dalla svizzera Stadler Rail hanno il vantaggio di poter essere usati nei tracciati transfrontalieri perché sono alimentabili a diverse tensioni, per poter collegare, in futuro, anche la terza regione dell'Euregio, il Tirolo.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Ha un malore alla guida mentre è al telefono con la moglie, si schianta e precipita in un dirupo: morto

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

  • Lago di Garda, ecco il progetto della prima pista ciclabile subacquea del mondo

Torna su
TrentoToday è in caricamento