Trattore rubato e "ritrovato": due arresti per estorsione

Ha tutte le caratteristiche di una storia di estorsione quella scoperta dagli agenti della stradale, presenti alla consegna del "riscatto" da 2.000 euro per un trattore rubato a Flavon un mese fa. Pochi giorni dopo era stato restituito al proprietario il quale aveva però iniziato a ricevere una serie di telefonate sospette

Hanno ritrovato un trattore rubato ma sono stati un po' troppo insistenti nel richiedere la ricompensa al proprietario. In realtà il sosppetto è che siano stati proprio loro a rubarlo per poi chiedere un "riscatto". Tra le accuse però non c'è quella di furto: dovranno invece rispondere di tentata estorsione due uomini, trentini, di 41 e 55 anni, arrestati dalla polizia stradale.

Il furto del trattore è avvenuto a Flavon nella notte tra il 2 ed il 3 ottobre. Pochi giorni dopo un contadino di Mezzolombardo, ha detto di averlo ritrovato in una campagna della Piana Rotaliana. Lo ha restituito al proprietario, il quale però nei giorni seguenti è stato raggiunto da una serie di telefonate in cui i due, ora denunciati, si arrogavano il "merito" del ritrovamento,  pretendendo una ricompensa di 2.000 euro.

Al momento della consegna della somma era però presente la polizia stradale, che ha arrestato l'uomo in flagranza di reato.Il secondo arresto è invece avvenuto ieri a Monselice,  in provinca di Padova, dove il complice, anche lui trentino, si trovava per motivi di lavoro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pastori del Caucaso "terrorizzano" Oltrecastello: passante morso al braccio

  • Paura vicino ai mercatini di Natale, ragazzo accoltellato alla pancia: è grave

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Incidente a Segonzano: ferito 12enne. I vigili del fuoco: "Decima volta in quel punto"

  • Le sardine riempiono piazza Duomo a Trento

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

Torna su
TrentoToday è in caricamento