“TraMondi”: è trentino il primo film italiano sull'autismo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Si chiama “TraMondi” il docu-film promosso dalla Cooperativa roveretana Il Ponte, che vede per protagonisti dei ragazzi con autismo.

«Un viaggio tra i colori, che mette in evidenza il valore della socializzazione e della creatività»: questo è stato scritto di “TraMondi”.

Perugia film festival

Diretto da Fausto Caviglia è  stato presentato in questi giorni al “Perugia Social Film Festival” manifestazione che si concluderà il 27 settembre nel capoluogo umbro. I protagonisti sono cinque giovani con disturbo dello spettro autistico i quali incontrano i coetanei di un’Associazione che si occupa di serigrafia per impararne la tecnica.

La cosa che traspare subito è grande valore del lavoro promosso dalla Cooperativa Sociale Il Ponte di Rovereto (Trento), patrocinato dall’Università di Trento e da quella di Pavia  sotto la direzione del regista Fausto Caviglia

TraMondi è stato presentato l 21 Settembre nella sezione Teaser  della manifestazione perugina che nel panorama italiano dei concorsi cinematografici rappresenta decisamente quello dedicato alle tematiche sociali, con particolare attezione ai disturbi psichici, in modo da avvicinare il pubblico a tematiche spesso trascurate e sensibilizzando la popolazione.

Informazioni

TraMondi è girato a Rovereto, Pavia e presso l’Istituto Artigianelli di Trento, ha per protagonisti cinque giovani con autismo, roveretani e pavesi, che incontrano i coetanei dell’Associazione Seriousgrafia, con l’obiettivo di imparare la tecnica della serigrafia.
«Un viaggio tra i colori – sottolinea Filippo Simeoni della Cooperativa Il Ponte – che mette in evidenza il valore della socializzazione e della creatività». (S.B.)

Torna su
TrentoToday è in caricamento