Arrestato lo "stalker" del supermercato Tovazzi

Il 23 agosto aveva dato in escandescenze all'interno del supermercato di via Prepositura, ieri è stato fermato e, al rifiuto di fornire i documenti, portato in Questura dove avrebbe aggredito gli agenti

Un fotogramma del video del 23 agosto

E' stato arrestato per resistenza, oltraggio e violenza a pubblico ufficiale il trentenne che il 23 agosto scorso all'interno del Supermercato Tovazzi di via Prepositura aveva dato in escandescenze con una "scenata" (a quanto pare non era la prima volta) davanti a gestori e polizia, scenata immortalata in alcuni video circolati in rete. Due giorni dopo il fatto il consigliere comunale del Patt Alberto Pattini presentò un'interrogazione al sindaco per chiedere l'intervento del Questore.

L'episodio fece particolarmente discutere poichè nei video, circolati rapidamente sui social grazie anche alla difusione da  parte dell'esponente dell'ultradestra Emilio Giuliana, si vedono gli agenti inermi di fronte all'uomo infuriato. Questa volta, però, è scattato  l'arresto: gli agenti lo hanno fermato nella zona di Santa Maria Maggiore chiedendo i documenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A chiedere i documenti è stata un'agente donna. Secondo quanto riferisce un comunicato della Questura il trentenne, di origine tunisina, "si è rivolto all’Agente manifestando, in modo chiaro e offensivo, che non si sarebbe fatto identificare da una donna". E' stato quindi portato in Questura dove avrebbe aggredito gli agenti, provocando ad uno di loro una lesione al braccio, con prognosi di 8 giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

Torna su
TrentoToday è in caricamento