Thailandia: espulsi i due altoatesini, per loro la "lavata di capo" di Kompatscher

Il governatore altoatesino sulla vicenda: "Spero che insegni loro ad avere comportamenti più consoni, all'estero come a casa, e che sia un monito sull'abuso di alcool"

Si è conclusa con una scarcerazione, finalizzata all'espulsione, l'assurda (ma virale) vicenda di due ragazzi altoatesino arrestati in Thailandia per aver strappato la bandiera nazionale durante una serata di eccessi. I due sono stati incastrati dalle immagini delle videocamere di sorveglianza che li mostrano metre strappano un tricolore thailandese appeso all'ingresso di un locale, e sempre attraverso un video i due hanno chiesto pubblicamente scusa per l'odioso gesto, punito inThailndia con una pena fino a due anni di reclusione. Il senatore altoatesino Karl Zeller, in contatto con la Farnesina, ha riferito che i due sono ancora sotto sorveglianza della polizia. Nelle prossime ore saranno trasferiti a Bangkok da dove saranno espulsi. 

Parole di biasimo sull'episodio arrivano dal governatore dell'lto Adige Arno Kompatscher che ai cronisti dell'Ansa ha dichiarato: "Spero che la vicenda, conclusasi felicemente, dei due giovani altoatesini arrestati ed ora liberati in Thailandia sia per loro un ammonimento ad attuare comportamenti consoni, non soltanto all'estero ma anche a casa loro. Credo che al loro comportamento non vada attribuito significato di carattere politico, piuttosto l'accaduto dovrà essere anche un utile insegnamento sui danni che provoca l'abuso di alcool".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento