Tempio crematorio a Trento, inizio dei lavori a metà di novembre

L'impianto di Trento potrà svolgere fino a 12 cremazioni complessive al giorno, 6 per linea. L'edificio avrà una serie di spazi dedicati allo svolgimento della cerimonia funebre

Il cimitero di Trento

Cominceranno a metà del mese di novembre e si concluderanno verosimilmente nel 2020 lavori per la costruzione del tempio crematorio al cimitero di Trento. Lo ha reso noto l’assessore comunale Chiara Maule, che ha aggiunto che entro la fine del mese è previsto anche l’avvio dei lavori di costruzione di oltre 500 celle per contenere le urne cinerarie nel cimitero monumentale di Trento. Il ritardo nell’avvio dei lavori per il tempio crematorio - opera di cui si parla da anni - costa al Comune di Trento circa 100.000 euro l'anno per la cremazione delle salme nell'impianto del Comune di Mantova.

L'impianto di Trento potrà svolgere fino a 12 cremazioni complessive al giorno, 6 per linea. L'edificio avrà una serie di spazi dedicati allo svolgimento della cerimonia funebre: la sala per il commiato, confinante con la sala dei forni (ne sono previsti due per consentire una doppia cerimonia, con tempi sfalsati) ed alcuni spazi dedicati all'attesa dei congiunti, oltre a spazi tecnici e di uso da parte del personale. Il progetto prevede anche un possibile utilizzo dello spazio della copertura, immaginato come luogo di meditazione, oltre alla realizzazione di nuove cellette lungo il muro perimetrale della parte nord. L'opera – che costerà 5 milioni e mezzo di euro - è stata aggiudicata dall'associazione temporanea d'imprese costituita da DF Costruzioni, Nord Costruzioni e Ciroldi spa officine meccaniche. 

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento