A palazzo Thun una targa in memoria delle donne vittime di violenza

Una targa commemorativa dedicata alla memoria delle donne vittime di femminicidio e ai loro figli e figlie, per ribadire la condanna nei confronti di ogni forma di violenza

"Alla memoria di tutte le donne vittime di femminicidio e ai loro figli la città di Trento dedica questo luogo e impegno ad affermare il valore del rispetto e delle dignità a fondamento di ogni civile convivenza. Per il loro nome di donna, per lo sguardo limpido, per le parole di libertà sono morte. Il nome di ognuna, i volti e le voci cancellati dal gesto vile e insensato di chi diceva di amarle rivivono qui nel rimpianto per la loro vita perduta". 

Il Comune e la Commissione provinciale pari opportunità tra donna e uomo hanno voluto l’installazione di una targa commemorativa dedicata alla memoria delle donne vittime di femminicidio e ai loro figli e figlie, per ribadire la condanna nei confronti di ogni forma di violenza di genere e rappresentare l’impegno concreto e collettivo a realizzare azioni di contrasto e prevenzione.

L'iniziativa trova la sua origine nella deliberazione del Consiglio comunale 8 novembre 2016 n. 126 che, approvando la mozione presentata dalla consigliera Antonia Romano, impegnava il Sindaco e la Giunta comunale a questo gesto simbolico per sottolineare l'impegno dell'Amministrazione nel contrastare e prevenire un fenomeno che rende l'Italia meno emancipata di quanto il progresso civile, sociale e culturale del nostro paese richiederebbe che fosse, ma anche l'impegno a non voler dimenticare chi è stata barbaramente uccisa affinché ciò con accada più. La proposta è stata sostenuta anche dalla Commissione provinciale pari opportunità, impegnata costantemente nella lotta contro la violenza di genere, che ha chiesto di prevedere l'installazione della targa in un luogo significativo della città.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Ha un malore alla guida mentre è al telefono con la moglie, si schianta e precipita in un dirupo: morto

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

  • Lago di Garda, ecco il progetto della prima pista ciclabile subacquea del mondo

Torna su
TrentoToday è in caricamento