Rubano il tablet ad un 16enne e chiedono 200 euro di riscatto

Sono stati arrestati per tentata estorsione i tre giovani, un 30enne, un 18enne ed una minore, che il 31 maggio scorso hano derubato del tablet un ragazzo di 16 anni pretendendo poi 200 euro per restituirglielo. All'appuntamento fissato telefonicamente per la consegna del riscatto si sono presentati anche i carabinieri

Hanno rubato derubato del tablet un ragazzo di 16 anni pretendendo 200 euro per restituirglielo. All'appuntamento fissato per consegnare il riscatto però si sono presentati anche i carabinieri che hanno potuto così cogliere in flagrante i tre ricattatori: si tratta di tre giovani di origini marocchine, un 30enne residente a Trento, un 18enne studente di Borgo, ed una ragazza minorenne, coetanea della vittima. Tutti e tre sono stati arrestati dai Carabinieri di Borgo Valsugana per tentata estorsione. Il furto è avvenuto la sera del 31 maggio nel corso di una festa studentesca mentre il processo per direttissima è stato fissato per questa mattina. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

Torna su
TrentoToday è in caricamento