Detenuto 42enne si toglie la vita nel carcere di Trento

A riferire l'accaduto sono le organizzazioni sindacali della Polizia Penitenziaria: "La direzione adotti subito soluzioni a queste situazioni critiche"

Un uomo di 42 anni si è tolto la vita all'interno della Casa Circondariale di Spini di Gardolo. A riferire l'accaduto sono le organizzazioni sindacali Osapp e Uil Pa per voce dei rispettivi segretari generali Leo Beneduci e Leonardo Angiulli. Dall'iniizio dell'anno sono stati purtroppo 41 i casi di suicidio in carcere in Italia. Il quarantaduenne si trovava detenuto a Trento per duplice omicidio; ieri, nel primo pomeriggio, si è toltola vita tra le mura del carcere.

"Non vogliamo creare allarmismi o strumentalizzare quest'ultimi episodi - scrivono i due segretari - ma è evidente che la frequenza con cui si registrano eventi critici impone di suggerire ai vertici dell'amministrazione un cambio di rotta e soluzioni immediate a tutela degli operatori. Non è difficile individuare in una carenza di organico di quasi il 40% le cause di una morte che benché di natura volontaria avrebbe potuto a nostro avviso essere evitata". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Ha un malore alla guida mentre è al telefono con la moglie, si schianta e precipita in un dirupo: morto

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

  • Incidente auto-moto a Riva del Garda: motociclista trasportato in ospedale in elicottero

Torna su
TrentoToday è in caricamento