Studentessa molestata in centro la sera: "Trento silenziosa è anche insicura"

La testimonianza di una ragazza di 24 anni vittima di brutto episodio di molestie in pieno centro storico, la domenica sera. La ragazza, oltre a sporgere denuncia contro ignoti, ha raccontato la sua terribile esperienza ai giornalisti di Sanbaradio lanciando un appello: "Trento è troppo silenziosa"

foto: Alessandro Paris

Bloccata da uno sconosciuto che ha tentato di toccarla, per poi dileguarsi, nell'indifferenza generale dei rari passanti. E' successo una domenica sera a Trento ad una studentessa di 24 anni che ha deciso di raccontare l'accaduto per lanciare un appello: "l'amore per l'apparenza, per la quiete serale nel centro di Trento ha portato alla chiusura di tutte quelle attività che invece, per chi si ritrova solo per la strada, potrebbero rappresentare una sicurezza in più. Lo vogliono capire che imporre il coprifuoco di facciata vuol dire anche incrementare la criminalità?".


La sua testimonianza è stata raccolta da Sanbaradio, la webradio universitaria. La ragazza, studentessa a Trento da 5 anni, ha raccontato l'episodio avvenuto in via Verdi, poco dopo le 23: uno sconosciuto le ha tappato la bocca con la mano, per poi allungare l'altra. "Ho reagito e mi sono difesa, ma se fosse successo ad una ragazza più debole o più piccola?".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spiega di essersi recata dai carabinieri e di aver sporto denuncia, non senza difficoltà come si legge nell'articolo (clicca qui). Ha chiesto ai militari se fosse possibile risalire all'aggressore dalle videocamere piazzate in centro e si è sentita rispondere che le immagini sono "sgranate", e che i controlli sono pochi perchè poca è la gente in giro la sera, per le vie del centro. Certo in una città più affollata, con bar e negozi aperti, il malintenzionato ci avrebbe pensato due volte prima di agire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

Torna su
TrentoToday è in caricamento