Stranieri a dormire in cucina: sequestrato garni a Caldes

Al fine di trarne un ingiusto profitto avrebbero alloggiato cittadini privi di permesso di soggiorno in precarie condizioni ambientali ed igienico sanitarie (tra l'altro, pare trasformando in camera una cucina senza riscaldamento)

I carabinieri della stazione di Malè hanno sequestrato un “garnì” di Caldes gestito da una coppia del luogo. I militari, coordinati dal capitano Luca Lombardelli, sono intervenuti in esecuzione di una misura cautelare emessa dal gup di Trento Carlo Ancona su richiesta del pm Licia Scagliarini.L’eventuale condanna farebbe scattare la confisca dell’immobile.

Entrambi i coniugi sono indagati perché, in qualità di gestori e proprietari della struttura ricettiva, avrebbero alloggiato a titolo oneroso, al fine di trarne un ingiusto profitto, cittadini extracomunitari privi di permesso di soggiorno. Queste persone sarebbero state alloggiate in precarie condizioni ambientali ed igienico sanitarie (tra l’altro, pare trasformando in camera una cucina senza riscaldamento).
 

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento