Da Stava al Cermis per ricordare le vittime dell'incuria umana

Oggi si celebra la giornata nazionale in memoria delle vittime di disastri ambientali e industriali causati dall'incuria dell'uomo: 19 luglio 1985 in val di Stava, 9 marzo 1976 e 3 febbraio 1998 le tragedie del Cermis

Da Stava al Cermis. Oggi si celebra la giornata nazionale in memoria delle vittime di disastri ambientali e industriali causati dall’incuria dell’uomo. Una giornata dedicata alle tante persone morte nella catastrofe del 19 luglio 1985 in val di Stava, quando i bacini di decantazione della miniera di Prestavel ruppero gli argini e un'immensa colata di fango travolse il paese. Si ricordano anche le tragedie del Cermis: il 9 marzo 1976, quando si ruppe il cavo della funivia, e l’altro il 3 febbraio 1998, quando un aereo militare statunitense tranciò la fune. A Cavalese la cerimonia ufficiale, preceduta dalla deposizione nei cimiteri di San Leonardo a Tesero e in quello della Pieve a Cavalese di fiori al monumento in memoria delle vittime.

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Sub tenta di battere il record nel Garda ma muore durante l'immersione

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • Si schiantano e rimangono incastrati sotto lo scooter: arrivano i Vigili del Fuoco con le pinze idrauliche

Torna su
TrentoToday è in caricamento