Da Stava al Cermis per ricordare le vittime dell'incuria umana

Oggi si celebra la giornata nazionale in memoria delle vittime di disastri ambientali e industriali causati dall'incuria dell'uomo: 19 luglio 1985 in val di Stava, 9 marzo 1976 e 3 febbraio 1998 le tragedie del Cermis

Da Stava al Cermis. Oggi si celebra la giornata nazionale in memoria delle vittime di disastri ambientali e industriali causati dall’incuria dell’uomo. Una giornata dedicata alle tante persone morte nella catastrofe del 19 luglio 1985 in val di Stava, quando i bacini di decantazione della miniera di Prestavel ruppero gli argini e un'immensa colata di fango travolse il paese. Si ricordano anche le tragedie del Cermis: il 9 marzo 1976, quando si ruppe il cavo della funivia, e l’altro il 3 febbraio 1998, quando un aereo militare statunitense tranciò la fune. A Cavalese la cerimonia ufficiale, preceduta dalla deposizione nei cimiteri di San Leonardo a Tesero e in quello della Pieve a Cavalese di fiori al monumento in memoria delle vittime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabinieri di Trento, sequestrate 50mila confezioni di cosmetici all'arnica per mezzo milione di euro

  • Paura per un grave incidente a Mattarello: pedone travolto mentre attraversa sulle strisce

  • Autovelox sulle strade trentine, ecco dove saranno a gennaio

  • San Giovanni di Fassa, guida ubriaco l'auto di un altro: patente sospesa per due anni

  • A 176 all'ora in galleria: beccato con il telelaser

  • Aeroporto di Bolzano: in arrivo voli per Roma, Vienna e altre destinazioni

Torna su
TrentoToday è in caricamento