Dall'Egitto in Valsugana per minacciare l'ex fidanzata: arrestato ed espulso

Finché le minacce provenivano da migliaia di chilometri di distanza la ragazza si sentiva "al sicuro", poi lo stalker ha trovato lavoro in Valsugana

Si era innamorato di lei in Egitto, nella nota località turistica di Marsa Alam. Dopo un anno di relazione a distanza lei ha però deciso di troncare. Una rottura di cui lui non è mai riuscito a farsi una ragione, tanto da trovare il modo di trasferirsi in Italia e minacciare l'ex ragazza.

E' una situazione che si avvicina molto all'incubo quella vissuta da una ragazza della provincia di Varese, perseguitata e minacciata dall'ex fidanzato egiziano, conosciuto quando lavorava come barista nella nota località sul Mar Rosso.

Dopo la rottura sono iniziati i messaggi continui, le telefonate senza risposta, fino ad arrivare a vere e proprie minacce di morte. La ragazza si sentiva però "al sicuro" per il fatto che i suo persecutore si trovasse a migliaia di chilometri di distanza.

Quando ha saputo che l'ex fidanzato aveva trovato il modo di trasferirsi in Italia, preciamente in Trentino, si è però rivolta ai carabinieri temendo per la propria incolumità. Il barista nel frattempo aveva infatti stretto amicizia con un agricoltore della Valsugana, in vacazìnza sul mar Rosso, strappandogli la promessa di ottenere un posto per la raccolta stagionale.

La promessa si è concretizzata, così come la più grande paura della ragazza, che si è rivolta alla Questura di Varese. La notizia è arrivata a Trento dove l'Ufficio Immigrazione ha subito sospeso il permesso di soggiorno dell'egiziano, nel frattempo licenziato dal datore di lavoro. L'uomo è stato prima portato in carcere, poi accompagnato all'aeroporto di Malpensa: il decreto di espulsione prevede il divieto di ritorno in Unione Europea per 10 anni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Le sardine riempiono piazza Duomo a Trento

  • "Dammi i soldi o ti ammazzo": preso il rapinatore e la moglie complice

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Diciottenne blocca il bus e prende il vetro a testate, poi aggredisce autista ed agenti

  • Lupi sulla Marzola, i forestali confermano

Torna su
TrentoToday è in caricamento