Calavino, spara dalla finestra per sfogarsi: "E' un brutto periodo"

Notte di paura nel tranquillo borgo della Valle dei Laghi: il 46enne, denunciato, ha sparato alcuni colpi dalla finestra di casa in direzione di un fosso sottostante. In casa aveva due pistole, una mai dichiarata

Spari in piena notte nel tranquillo borgo di Calavino: la telefonata al 112 di un residente ha fatto scattare l'intervento immediato dei carabinieri di Madruzzo e di Trento che si sono precipitati sotto la casa dove erano stati uditi i colpi transennando la via ed intimando all'inquilino di scendere in strada con le mani bene in vista.

L'uomo, 46enne del posto, si è giustificato dicendo di trovarsi in un brutto periodo dal punto di vista lavorativo e sentimentale e di aver sparato quei colpi dalla finestra, in direzione di un fosso sottostante, senza un obietivo preciso. I carabinieri hanno perquisito la casa trovando una pistola 357 magnum a tamburo, legalmente detenuta, ed i bossoli dei colpi sparati.

A metterlo nei guai, oltre ovviamente al fatto di aver sparato, è stata però un'altra arma: una pistola di fabbricazione spagnola calibro 7,65 mai denunciata che l'uomo teneva ben nascosta sotto al materasso. L'intervento si è concluso con due denunce a carico del 46enne, una per detenzione abusiva di arma da fuoco ed una seconda per esplosioni pericolose, e con la revoca del porto d'armi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Torna l'obbligo di pneumatici invernali

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

  • Cosa fare nel weekend: tutti gli eventi

Torna su
TrentoToday è in caricamento