Consegna la droga muovendosi solo sulla ciclabile: diciottenne arrestata

Per ridurre al minimo la possibilità di controlli avevano trovato un'idea all'apparenza infallibile: trasportare la droga muovendosi in bicicletta. Ci sono voluti quasi otto mesi di indagine per scoprire che a consegnare i pacchi di marijuana e cocaina tra il Basso Sarca e Mori era una ragazza appena diciottenne, che, vestita con abbigliamento da ciclista, si muoveva lungo le piste ciclabili della zona a fare da corriere tra spacciatori e clienti.

La ragazza, rumena appena maggiorenne, è finita ai domiciliari insieme ad un connazionale di quattro anni più vecchio mentre il 31enne albanese, residente a Mori, ritenuto il capo della banda è stato portato in carcere. Altri due giovani rumeni, di 19 e 24 anni residenti a Rovereto, sono stati denunciati per spaccio.

Secondo gli inquirenti, che nel corso delle indagini hanno fatto ricorso anche alle intercettazioni telefoniche, i cinque sarebbero responsabili di compravendite per oltre un chilo di marijuana, di cui 200 grammi ceduti ad un minore moriano, e di quantità più modeste di cocaina. L'analisi della sostanza, di buona qualità con THC (principio attivo dei cannabinoidi) superiore al 12%, ha permesso di ricondurre alla medesima provenienza le dosi sequestrate nel corso di diversi controlli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento