Va al Caf Uil di Pergine ma è giorno di chiusura: distrugge la porta

Il sindacato ha presentato denuncia contro ignoti, il segretario Alotti: "Chiaro segnale di un clima surriscaldato, ostile nei confronti di chi opera per garantire i diritti di tutti"

La porta presa a calci e danneggiata, la maniglia divelta e lasciata a terra. E' quanto si sono trovati davanti agli occhi i dipendenti del Patronato e Caf Uil di Pergine ieri quando si sono recati all'ufficio per aprire, dopo il consueto mercoledì di chiusura. Il sindacato parla di "atto vandallico", in realtà è qualcosa di più complesso. Come spiega il segretario generale Alotti: "Escludiamo il tentativo di furto. Pensiamo che sia stata una persona che, trovando gli uffici chiusi, abbia dato in escandescenze. Ci sono dei testimoni che hanno sentito urla e rumori, in pieno giorno, poi i danni". 

"È un segnale di un clima surriscaldato e ostile nei confronti di chi ogni giorno opera per garantire il rispetto dei diritti e la concreta fruizione del Welfare territoriale e sociale - conclude amaramente Alotti - non siamo un'azienda, ma un'organizzazione che fornisce un servizio a tutti i cittadini." Il  sindacato ha sporto denuncia presso i carabinieri di Pergine. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pastori del Caucaso "terrorizzano" Oltrecastello: passante morso al braccio

  • Paura vicino ai mercatini di Natale, ragazzo accoltellato alla pancia: è grave

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Incidente a Segonzano: ferito 12enne. I vigili del fuoco: "Decima volta in quel punto"

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Diciottenne blocca il bus e prende il vetro a testate, poi aggredisce autista ed agenti

Torna su
TrentoToday è in caricamento