Gestione illecita di rifiuti: i carabinieri del Noe sequestrano impianto a Dro

L’impianto, che da pochi giorni era stato ceduto in locazione dalla Tecnometal alla Salcon di Como, all’atto della verifica, è risultato sprovvisto delle autorizzazioni ambientali necessarie

Il materiale sotto sequestro

I carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Trento, assieme ai colleghi della Compagnia di Riva del Garda, nelle ultime ore, hanno sequestrato un impianto di recupero rifiuti non pericolosi situato nella zona industriale di Ceniga di Dro. L’impianto, che da pochi giorni era stato ceduto in locazione dalla Tecnometal alla Salcon di Como, all’atto della verifica, è risultato sprovvisto delle autorizzazioni ambientali necessarie per la conduzione.  In particolare, i carabinieri di Riva del Garda, nel corso di un controllo, dopo aver rilevato alcune difformità tra quanto riportato nei documenti che accompagnavano un trasporto di rifiuti proveniente dal casertano e i rifiuti stessi, hanno richiesto l’intervento dei colleghi del Noe. I nuovi titolari dell’impianto, oltre ad non essere in grado di fornire le certificazioni per la gestione dell’impianto, non hanno saputo produrre  la documentazione attestante la provenienza e la composizione dei circa 220 metri cubi di rifiuti presenti all’interno del capannone. Per tale motivi l’intero impianto e i rifiuti sono stati sottoposti a sequestro, provvedimento necessario per consentire all’autorità giudiziaria di svolgere gli accertamenti del caso.

Potrebbe interessarti

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

  • Falena gigante sul balcone di una nostra lettrice: ecco di che specie si tratta, la spiegazione del Muse

I più letti della settimana

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Strani rumori in giardino: esce a controllare e si ritrova davanti l'orso

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

Torna su
TrentoToday è in caricamento