Stipendi bassi, mancano ferrovieri: a rischio quattro corse sulla Valsugana

Una vera e propria "emorragia" di personale negli ultimi anni. la Uil denuncia: "trovano lavoro altrove con condizioni economiche migliori"

Mancano ferrovieri, tanto da mettere a rischio quattro corse giornaliere sulla ferrovia della Valsugana. E' quanto riporta l'Ansa oggi a proposito di una vera e propria "fuga" di personale ferroviario da Trentino Trasporti, l'azienda pubblica che, tra gli altri servizi, gestisce i treni sulla  linea Trento-Bassano. A divulgare la notizia è la Uil Trasporti che parla di 15 licenziamenti volontari negli ultimi due anni, mentre le assunzioni sono ferme al 2014, quando entrarono in servizio 40 unità, tra l'altro formate poi in Trentino. Il motivo? Il personale avrebbe trovato impieghi migliori, meno pesanti e più redditizi, in altre aziende di traasporto ferroviiario italiane. 

Trentino Trasporti: sciopero venerdì 14 settembre, clicca qui...

Sembra che la Provincia stia correndo ai ripari, con il via libera a nuove assunzioni. Se le condizioni, però, rimarranno le stesse è facile capire che la situazione, oggi problematica, rimarrà tale. I sindacati hanno chiesto un incontro con Trentino Trasporti. “Il problema della differenza di retribuzioni tra Trentino Trasporti e le altre imprese ferroviarie è noto" spiega Stefano Montani, segretario della Filt del Trentino

"Abbiamo più volte sollecitato la Provincia ad autorizzare la società ad aprire un confronto su recupero della produttività e aumenti retributivi. Verranno aperte delle procedure di selezione per nuovo personale. Una proposta positiva, perché crea occupazione, ma che richiede tempi tecnici di attivazione della selezione e poi la formazione del personale selezionato. Per questa ragione ci siamo concentrati anche sulla soluzione nell'immediato”.

Sullo sfondo c'è l'accordo con Trenitalia, firmato nel 2016 (clicca qui), che porterà il Trentino a gestire in proprio molte più corse. “Questo porterà da qui al 2024 al passaggio di tutte le corse a Trentino Trasporti – prosegue Montani. L'aumento del numero di treni renderà necessario raddoppiare gli organici. Una consapevolezza che rende ancora più urgente la necessità di investire sia sul mantenimento delle professionalità già presenti in azienda sia sul reperimento di nuovo personale”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Più che giusto che ci si sposti verso posti di lavoro ritenuti più convenienti, soprattutto se si hanno grandi aspettative. Il problema è come e chi ha assunto queste persone. Evidentemente con si è stati in grado di scegliere i profili giusti per le necessità organizzative del servizio ferroviario. É inutile, oltre che dannoso, assumere una persona con laurea, stage in azienda, master all'estero, per timbrare solo cartellini. A meno che non vi siano altri criteri di scelta inconfessabili come, a questo punto, é lecito pensare. La stessa storia si può ricirdare per i vigili urbani assunti con contratto a tempo determinato per la sicurezza di Trento, vigili esaporati nel giro di alcuni mesi. Sono questi dei bel esempi di spreco con un impatto ben maggiore di molti altri denunciati pubblicamente. Vanno rivisti i criteri di assunzione e soprattutto é necessaria una scelta più ragionata dei commissari, che, in questi casi, non si sono dimostrati all'altezza della fiducia in essi riposta.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Bar di Fiemme usato per tagliare cocaina: 18 arresti, banda italo-albanese

  • Politica

    Prima seduta del Consiglio: le opposizioni se ne vanno e fanno saltare il numero legale

  • Cronaca

    Boscaiolo trovato morto in Val de le Moneghe

  • Attualità

    Torna la Colletta Alimentare: ecco i supermercati aderenti in Trentino

I più letti della settimana

  • Uccide il figlio della convivente, poi si suicida: dramma a Costa di Folgaria

  • Camion di trasporti eccezionali bloccato sul ponte tra Rovereto e Villa Lagarina

  • Bar di Fiemme usato per tagliare cocaina: 18 arresti, banda italo-albanese

  • Mercatini di Natale a Trento: ecco l'edizione 2018/2019

  • Uccide il figlio poi si spara: la vittima è Alessandro Pighetti

  • Omicidio-suicidio a Folgaria: alcolismo e problemi in famiglia

Torna su
TrentoToday è in caricamento