La dirigente scolastica di Amatrice a Rovereto: "La scuola è stata il punto dal quale ripartire"

Pace fatta dopo la decisione di smontare la scuola provvisoria. La dirigente Pitoni: "Fu il nostro punto di partenza". Rossi: "Vi saremo sempre vicini"

"Il 24 agosto ad Amatrice c’era la festa del paese e tantissimi giovani e bambini erano in piazza. Sono rientrati a casa molto tardi e in pochi minuti hanno perso tutto. Genitori, amici, compagni, parenti, figure di riferimento, case e servizi. Grazie al grande aiuto della Protezione civile del Trentino siamo riusciti, in soli 20 giorni a costruire una scuola provvisoria, che ci ha permesso di riprendere le lezioni". Sono queste le parole di ringraziamento rrivolte oggi al Presidente della  Provincia Ugo Rossi ed a tutto il  sistema di intervento trentino dalla dirigente scolastica  di Amatrice Maria Rita Pitoni, ospite all'inaugurazione del Festival Educa a Rovereto, dedicato al mondo della scuola.

Pace fatta, o almeno così sembra, dopo la notizia dello smantellamento della famosa scuola costruita dal Trentino all'indomani del terremoto, per far posto alla struttura stabile che sarà realizzata dalla casa automobilistica Ferrari. Un'offerta che,  come ha spiegato Serrgio Piozzi, sindaco della cittadina laziale, non si  poteva rifiutare. "Attraverso la scuola c'è stata la vera rinascita, non a caso il motto scelto è stato ripartiamo dalla scuola. Un grazie immenso al Trentino perché ha fatto sì che questa popolazione rimanesse sul territorio" ha concluso la dirigente. "Il Trentino - ha risposto Rossi - vi sarà sempre vicino". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • "Aiuto, c'è una donna con lenzuolo bianco sulla statale": chiamano il 112 per la Samara challange

  • Il supermercato più conveniente di Trento? Ecco il "calcolatore" online di Altroconsumo

  • Incendio in casa: morta una mamma, grave il suo bambino

  • Tornano all'auto parcheggiata in via Grazioli e ci trovano dentro il ladro

Torna su
TrentoToday è in caricamento