Ferrovie in sciopero: un treno ogni due ore

Sciopero delle ferrovie per 24 ore a partire da questa sera: tra Trento, Verona e Bassano sarà garantito un treno ogni due ore

Il Servizio trasporti pubblici della Provincia autonoma di Trento comunica che dalle ore 21.00 di oggi, giovedì 23 giugno, alle ore 21.00 di domani, venerdì 24 giugno, i treni potranno subire cancellazioni o variazioni per uno sciopero nazionale indetto dal Gruppo Ferrovie dello Stato.

Per i treni di lunga percorrenza è stato predisposto uno speciale programma di circolazione, che comprende e integra i servizi essenziali previsti in caso di sciopero.

Per i treni regionali (Ferrovia Brennero e Ferrovia Valsugana) saranno garantiti i servizi essenziali in caso di sciopero nei giorni feriali (dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00).

Oltre ai treni garantiti in queste fasce orarie, sulle tratte Trento – Verona e Trento – Borgo, sarà garantito probabilmente almeno un treno ogni due ore; nella tratta Borgo Bassano non ci saranno ripercussioni in quanto in questo periodo, causa lavori lungo la linea, circolano solo i bus sostitutivi. L’agitazione sindacale potrà comportare ulteriori modifiche al servizio anche prima dell’inizio e dopo la sua conclusione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Coronavirus: due fratelli morti a distanza di tre giorni

  • Radersi la barba diminuisce la possibilità di contagio: tutte le bufale sul coronavirus

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

Torna su
TrentoToday è in caricamento