Sciopero, piazze divise: la Cgil da una parte, i giovani dall'altra

Due sinistre in piazza. Due modi diversi di manifestare: da una parte il presidio della Cgil del Trentino davanti al commissariato del Governo in Corso Tre Novembre, dall'altra il corteo degli studenti e dei Cobas in piazza Dante

Due sinistre in piazza. Due modi diversi di manifestare. Posizioni diverse. Da una parte il presidio della Cgil del Trentino davanti al commissariato del Governo in Corso Tre Novembre, cui hanno partecipato circa 300 persone per manifestare contro le politiche di austerità dell'Europa e del Governo. In ambito locale, il segretario generale della Cgil del Trentino Paolo Burli, ha parlato - nel suo intervento - dei temi della crisi e del lavoro. Sul fronte locale Burli ha quindi chiesto alla Provincia di aprire un vero tavolo di confronto sulla riqualificazione della spesa pubblica. "Sappiamo – ha concluso Burli – che il bilancio della Provincia si ridurrà significativamente nei prossimi anni. Ma i tagli non possono colpire i servizi ai cittadini, a partire dalla scuola. Per questo siederemo a tutti i tavoli per avanzare le nostre proposte ed evitare tagli lineari che sarebbero solo dannosi".

 
Hanno scelto invece di manifestare in corteo gli studenti delle superiori, gli universitari, i Cobas, i comitati No Tav, i rappresentanti, i militanti del sindacato di base multicategoriale e del centro sociale Bruno, che si sono dati appuntamento in centro città per sfilare poi fin sotto il palazzo della Provincia in piazza Dante. Poco prima, in via Prepositura, c'era stato un lancio di uova e petardi verso la filiale della banca Unicredit, risoltosi in pochi attimi. Fumogeni, botti, slogan, musica, bandiere hanno accompagnato la protesta, culminata con un comizio finale in cui si sono avvicendate diverse persone. Scuola, ambiente, credito e lavoro i temi più caldi al centro del corteo cui hanno partecipato centinaia di giovani, circa 400.

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

  • "Cavalli pelle e ossa, con gli zoccoli spezzati": la denuncia di Oipa Trentino

I più letti della settimana

  • Nuvole da fantascienza nei cieli di Trento: ecco di cosa si tratta

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Schianto contro un camion sul rettilineo: muore motociclista

Torna su
TrentoToday è in caricamento