Sciopero, piazze divise: la Cgil da una parte, i giovani dall'altra

Due sinistre in piazza. Due modi diversi di manifestare: da una parte il presidio della Cgil del Trentino davanti al commissariato del Governo in Corso Tre Novembre, dall'altra il corteo degli studenti e dei Cobas in piazza Dante

Due sinistre in piazza. Due modi diversi di manifestare. Posizioni diverse. Da una parte il presidio della Cgil del Trentino davanti al commissariato del Governo in Corso Tre Novembre, cui hanno partecipato circa 300 persone per manifestare contro le politiche di austerità dell'Europa e del Governo. In ambito locale, il segretario generale della Cgil del Trentino Paolo Burli, ha parlato - nel suo intervento - dei temi della crisi e del lavoro. Sul fronte locale Burli ha quindi chiesto alla Provincia di aprire un vero tavolo di confronto sulla riqualificazione della spesa pubblica. "Sappiamo – ha concluso Burli – che il bilancio della Provincia si ridurrà significativamente nei prossimi anni. Ma i tagli non possono colpire i servizi ai cittadini, a partire dalla scuola. Per questo siederemo a tutti i tavoli per avanzare le nostre proposte ed evitare tagli lineari che sarebbero solo dannosi".

 
Hanno scelto invece di manifestare in corteo gli studenti delle superiori, gli universitari, i Cobas, i comitati No Tav, i rappresentanti, i militanti del sindacato di base multicategoriale e del centro sociale Bruno, che si sono dati appuntamento in centro città per sfilare poi fin sotto il palazzo della Provincia in piazza Dante. Poco prima, in via Prepositura, c'era stato un lancio di uova e petardi verso la filiale della banca Unicredit, risoltosi in pochi attimi. Fumogeni, botti, slogan, musica, bandiere hanno accompagnato la protesta, culminata con un comizio finale in cui si sono avvicendate diverse persone. Scuola, ambiente, credito e lavoro i temi più caldi al centro del corteo cui hanno partecipato centinaia di giovani, circa 400.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

Torna su
TrentoToday è in caricamento