Schützen, Dalprà si dimette

A soli due giorni dalla convalida dell'elezione a nuovo comandante della Federazione del Tirolo Meridionale, Paolo Dalrà lascia l'incarico: "mi dimetto per riportare la tranquillità all'interno del corpo"

Paolo Dalprà è stato comandante della Federazione degli Schützen del Tirolo Meridionale per appena due giorni. Mercoledì le elezioni del direttivo della Compagnia sono state considerate valide nonostante le proteste che avevano messo in dubbio la regolarità delle votazioni avvenute sabato al Teatro San Marco.

In serata il passo indietro di Dalprà: "Pur rimanendo soddisfatto dal risultato acquisito, successive riflessioni condivise all’unanimità dal mio gruppo di lavoro, mi hanno indotto a ritenere che la prosecuzione della carica di Comandante, in capo alla Federazione, rischierebbe di produrre inutili conflitti e malintesi. Occorre ora, a mio modesto parere, riportare la dovuta tranquillità all’interno della Federazione, già al centro di attenzioni mediatiche per molteplici ragioni. In tal senso, ho assunto la decisione di presentare per iscritto, nel rispetto delle modalità e dei termini statutari, le mie dimissioni le quali troveranno effetto ad avvenuto adempimento di alcune formalità burocratiche"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Paolo Dalprà era stato eletto con 59 voti su 119 e con 41 schede bianche depositate nell'urna in segno di protesta. Un'assemblea svoltasi a porte chiuse, a causa della presenza di una troupe della trasmissione televisiva "Le Iene", a Trento per il caso del patto elettorale Schützen-Baratter, costato proprio al neo-comandante Dalprà e a Giuseppe Corona 5 mesi di condanna per corruzione elettorale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

Torna su
TrentoToday è in caricamento