Santa Maria, vende birra d'asporto ad un minorenne: multato un esercente

L'alcol è stato venduto ad un ragazzo non ancora diciottenne e pertanto, oltre alla sanzione prevista per la violazione all'ordinanza, è stata applicata la legge provinciale sulla 'Tutela dei minori'

Scattano le prime sanzioni per violazione all'ordinanza in materia di sicurezza urbana nell'area di Piazza S. Maria Maggiore. Nella serata di mercoledì, il personale della Polizia Locale impegnato nei consueti servizi di presidio in Piazza Santa Maria Maggiore, ha accertato la vendita d'asporto di alcune bottiglie di birra, effettuata da un esercente di un negozio della zona dove vige la nuova limitazione.

L'alcol è stato venduto ad un ragazzo non ancora diciottenne e pertanto, oltre alla sanzione prevista per la violazione all'ordinanza sindacale (da € 89 ad € 534 con pagamento in misura ridotta di € 178), è stata contestata al venditore anche la sanzione prevista dalla legge provinciale sulla 'Tutela dei minori dalle conseguenze legate al consumo di bevande alcoliche', che prevede il pagamento di una somma da 500 a 5000 euro.

L'ordinanza del sindaco prevede che in caso di reiterazione delle violazioni, il Questore possa applicare la misura della sospensione dell'attività fino a 15 giorni secondo quanto previsto dal testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • Krampus "violenti" a Vipiteno? E' una tradizione, ma la fake news fa il giro del web

  • Luci soffuse e radio spenta, così un barbiere di Rovereto taglia i capelli ai bimbi autistici

  • "Dammi i soldi o ti ammazzo": preso il rapinatore e la moglie complice

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

Torna su
TrentoToday è in caricamento