"Voglio farla finita": si getta nel lago, i carabinieri si tuffano e lo salvano

Alla vista della pattuglia l'uomo si è gettato, i militari non hanno esitato a tuffarsi: lo hanno riportato a riva e rianimato

E' uscito di casa salutando la moglie dicendo che sarebbe tornato presto. Il suo intento, purtroppo, era ben diverso ed a casa, il pensionato di Bedollo, potrà tornare solamente grazie all'intervento dei carabinieri che nelle concitate ore della mattinata di oggi, giovedì 24 maggio, gli hanno di fatto salvato la vita.

L'uomo, una volta uscito di casa, si è diretto verso il Lago delle Piazze, con l'intenzione di farla finita. Si è arrampicato sulle rocce a picco sull'acqua, nel punto in cui il torrente confluisce nel lago artificiale creando gorghi e forti correnti. 

E' stato lui stesso a chiamare il 112 confessando il suo dramatico intento. Una volta riusciti a capire dove l'uomo si trovava esattamente i militari si sono precipitati sul posto. In quel preciso momento, raccontano nel comunicato, l'uomo si è lanciato nel lago. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Senza esitare i militari della pattuglia si sono tuffati, lo hanno raggiunto e una volta portatolo a riva sono riusciti a rianimarlo. L'uomo è stato portato in ambulanza al Pronto Soccorso ed ora è fuori pericolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento