Ruba un lettore dvd: incastrato dalle impronte digitali dopo indagine del Ris

Un uomo di 39 anni di Arco, già noto alle forze dell'ordine, è stato denunciato per un furto commesso al Circolo Romarzollo nel novembre del 2017

Un uomo di 39 anni di Arco, già noto alle forze dell'ordine, è stato denunciato per un furto commesso al Circolo Romarzollo nel novembre del 2017. In quella circostanza i ladri erano entrati da un ingresso laterale rubando un lettore dvd. I carabinieri, chiamati dal presidente del circolo Nino Marchi, che ha sporto denuncia, hanno effettuato le indagini del caso e raccolto le impronte digitali sul posto. Grazie ad un impronta trovata sulla porta a vetri i carabinieri, con la collaborazione del Ris di Parma che ha analizzato i reperti, ha individuato il presunto responsabile. Per incastrare il 39enne è stato sufficiente un controllo della banca dati Afis, che raccoglie tutte le persone fotosegnalate. A quel punto è stata trovata facilmente una corrispondenza della impronte rinvenute sul luogo del reato con quelle del ladro. Richiesto un decreto di perquisizione domiciliare nei confronti dell’uomo, i carabinieri si sono presentati nella sua abitazione ritrovando il dvd rubato che è stato restituito al circolo.


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cultura

    Carnevale 2019: tutte le feste in Trentino

  • Attualità

    Abbattuti i due grandi alberi di piazza Lodron

  • Cronaca

    Riprendeva i bambini al parco: orrore in Val Rendena, arrestato un 40enne insospettabile

  • Scuola

    Nuova maturità, gli studenti: "Non siamo cavie". Piazza Venezia bloccata

I più letti della settimana

  • Mancano autisti, Uil: "Contributo ai giovani per le patenti di camion e autobus"

  • Camion rimane "sospeso" sul terrapieno: autista miracolato

  • Carnevale 2019: tutte le feste in Trentino

  • Riprendeva i bambini al parco: orrore in Val Rendena, arrestato un 40enne insospettabile

  • Bloccati al bivacco, trovano il ghiaccio e non riescono più a scendere

  • Gioia e Ginevra morte sulla A22, la madre a processo per omicidio stradale

Torna su
TrentoToday è in caricamento