Rivolta in carcere a Spini di Gardolo: indagati trenta detenuti

I reati contestati sono violenza pluriaggravata a pubblico ufficiale, incendio, danneggiamento, lesioni ed anche tentato sequestro di persona nei confronti di una operatrice di una cooperativa

Sono una trentina i detenuti indagati a vario titolo per la rivolta, scoppiata sabato 22 dicembre nel carcere di Spini di Gardolo a Trento. Si tratta di connazionali del detenuto che si è tolto la vita nella struttura penitenziaria. I reati contestati sono violenza pluriaggravata a pubblico ufficiale, incendio, danneggiamento, lesioni ed anche tentato sequestro di persona nei confronti di una operatrice di una cooperativa.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento