Rissa fuori dalla discoteca: arrestati due ragazzi e tre ragazze diciottenni

Hanno 32 e 22 anni i "contendenti" di una lite scattata all'alba in una discoteca di Trento, arrestate anche tre ragazze per resistenza e minacce a pubblico ufficiale

Rissa all'alba fuori dalla discoteca di via Maccani, a Trento Nord. Cinque presunti responsabili sono stati arrestati al termine di una giornata di indagini lampo da parte dei Carabinieri del capoluogo. Si tratta di due ragazzi di 32 e 22 anni e di tre ragazze diciottenni. Tutti e cinque sono stranieri regolarmente residenti in Italia.

La lite sarebbe scattata alle prime luci dell'alba di giovedì 13 giugno. Difficile risalire alle cause esatte. Secondo una prima ricostruzione la lite sarebbe nata all'esterno del locale, per futili motivi, spiegano i Carabinieri. Il 32enne è stato portato al Pronto Soccorso, con ferite al volto e sul corpo.

Si esclude l'utilizzo di coltelli, le lesioni sarebbero attribuibili a percosse. Ci sarebbero di mezzo, però, anche armi improprie, visto che per entrambi i ragazzi le accuse sono di lesioni personali aggravate dall'uso di oggetti atti ad offendere. Le tre ragazze sono invece accusate di violenza, resistenza e minaccia a pubblici ufficiali.

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • "Cavalli pelle e ossa, con gli zoccoli spezzati": la denuncia di Oipa Trentino

  • Alzheimer, nasce la Carta dei Diritti per chi si prende cura di un familiare

I più letti della settimana

  • Nuvole da fantascienza nei cieli di Trento: ecco di cosa si tratta

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Schianto contro un camion sul rettilineo: muore motociclista

  • Incidente, auto si schianta contro camion: un ferito molto grave

Torna su
TrentoToday è in caricamento