Piramidi di Segonzano da rilanciare, rinnovato l'accordo della Rete di Riserve dell'Avisio

Rinnovato l'accordo tra Provincia e Comunii per la Rete di Riserve Naturali dell'Avisio, finanziata anche con gli indennizzi della diga di San Floriano

Piramidi di Segonzano da promuovere e valorizzare, e non solo: si va dai terrazzamenti alle bellezze naturali della valle dell'Avisio. Valle di Cembra e Valle di Fiemme insieme per valorizzare  il territorio,  con le risorse previste  come "indennizzo" per lo sfruttamento idroelettrico delle acque del fiume che le atttraversa da parte della centrale di Stramentizzo. Questo  l'obiettivo dell'accordo di programma della Rete di Riserve Alta Val di Cembra - Avisio, rinnovato  ieri dall'assessore Mauro Gilmozzi e dai sindaci dei Comuni interessati. 

"Firmiamo la prosecuzione di un accordo con un bilancio più che positivo -ha  detto l'assessore Gilmozzi -  dopo 10 anni, abbiamo vinto la sfida scommettendo sul senso di responsabilità dei territori. Le nove Reti di Riserve che ci sono in Trentino hanno messo in campo tutte le loro capacità creando posti di lavoro, nuove opportunità di sviluppo e ora, per questo territorio, immaginiamo qualcosa di più grazie ai progetti di comunità ed al grandissimo lavoro chfatto a vari livelli". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

  • Cosa fare nel weekend: tutti gli eventi

  • Torna l'obbligo di pneumatici invernali

Torna su
TrentoToday è in caricamento