Cade sulla ferrata del Rio Secco, grave alpinista 82enne

E' caduto per una decina di metri sbattendo la testa sulla cengia sottostante. Ora si trova in gravi condizioni all'ospedale S. Chiara l'escursionista altoatesino di 82 anni che stava percorrendo la ferrata del Rio Secco

Una distrazione o forse un eccesso di sicurezza: il moschettone non era agganciato al cordino della ferrata e lui è caduto nel vuoto per una decina di metri.  L'uomo, un alpinista di Funes A.M. di 82 anni, stava affrontando la ferrata del Cadino - Rio  Secco, vicino a Faedo, quando, in un punto appena sotto all'imbocco del "sentiero di emergenza" quindi verso la metà del percorso, è scivolato atterrando sulla cengia dieci metri sotto, svenuto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo hanno recuperato gli uomini del soccorso alpino calandosi col verricello dall'elicottero e lo hanno subito trasportato all'ospedale S. Chiara dove gli sono state diagnosticate fratture molto gravi, vista anche l'età, e trauma cranico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

  • Coronavirus: due fratelli morti a distanza di tre giorni

Torna su
TrentoToday è in caricamento