Daldoss ai comuni: "Abbattiamo le strutture dannose per il paesaggio"

Utilizzare volumi esistenti prima di costruire ex novo, ma anche demolire quello che non serve più. L'assessore provinciale Carlo Daldoss illustrando ieri pomeriggio la sua proposta di riforma dell'urbanistica al Consorzio dei Comuni trentini ha chiesto a sindaci e presidenti di Comunità di segnalare alla Provincia "manufatti incongrui, ovvero strutture divenute obsolete o dannose per il paesaggio e per le costruzioni circostanti" ha spiegato l'assessore - "non solo costruire, anche togliere può essere un valore". Nell'attesa di vedere se la proposta si concretizzerà o meno (di manufatti incongrui ce ne sono eccome) l'assessore ha anche detto di voler cominciare con "un paio di strutture, dando così un segnale importante". Soprattutto per quanto riguarda l'edilizia abitativa Daldoss ha spiegato come l'idea della riforma sia quella di incentivare la riqualificazione degli edifici esistenti: "nuove aree di espansione urbanistica non verranno inserite, fatte salve forti esigenze di edilizia abitativa". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in A22, la vittima è Mirko Bertinazzo

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Frode fiscale da due milioni nelle importazioni di auto usate: sequestri anche a Trento

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • Il pusher scappa, poliziotto ferma un'auto e si fa "accompagnare" ad acciuffarlo

  • In arrivo temporali, grandinate e raffiche di vento: allerta della protezione civile

Torna su
TrentoToday è in caricamento