Una tonnellata di rame rubato, nei guai genero e suocero

Sono accusati di ricettazione un rivano di 45 anni ed il genero di 20. Avrebbero venduto una tonnellata di rame, trafugato da una nota ditta di Riva del Garda, per il valore di 2000 euro. Deferiti in stato di libertà in seguito alle indagini dei carabinieri

Si è conclusa con il deferimento in stato di libertà di due pregiudicati l'indagine su un traffico di rame rubato a Riva del Garda. Sotto accusa sono suocero e genero, di 45 e 20 anni, uno italiano l'altro albanese, residenti a Riva del Garda. I due sono accusati di ricettazione e rischiano da 2 a 8 anni di reclusione: avrebbero infatti rivenduto quasi una tonnellata di rame rubato da una nota ditta di materiale elettrico di Riva del Garda nella notte tra il 27 e il 28 dicembre. I ricavi accertati da questa vendita sono stranamente bassi in proporzione alla quantità: circa 2000 euro. Gli inquirenti accerteranno se esistono altri proventi da questa attività illecita. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

Torna su
TrentoToday è in caricamento