Foto sexy via whatsapp: 29enne romano ricatta un uomo trentino

Quando il ricattatore ha chiesto 10.000 euro l'uomo, esasperato, si è presentato in Questura

foto di archivio

Un uomo trentino è caduto nella rete di ricatti di "bear". Orso, in inglese "bear": così si faceva chiamare un 29enne romano che, aprrto un profilo in un noto sito di incontri, avrebbe "palesato di essere disponibile ad incontri per corrispondere prestazioni sessuali". Queste le parole utilizzate nel comunicato della Questura di Trento che dopo non facili indagini è riuscita ad arrestare il ricattatore.

Vittima, come detto, un uomo trentino che ha contattato il sedicente "bear" iniziando un rapporto confidenziale. Il ricattatore peò è riuscito a farsi inviare foto in atteggiamenti intimi via whatsapp, salvo poi uscire allo scoperto e ricattare la sua vittima: "O mi dai 900 euro o diffondo queste foto". 

Un reato odioso, che questa volta è stato smascherato grazie al coraggio della vittima, che ha deciso di contattare la Polizia. In un primo momento il trentino ha versato il denaro richiesto, ma le minacce sono continuate finchè la posta in gioco non è aumentata fino alla vertiginosa cifra di 10.000 euro.

A quel punto l'uomo si è presentato, esasperato, in Questura chiedendo aiuto. In pochi giorni gli uomini della Mobile hanno identificato il ricattatore e, sentiti i colleghi romani, lo hanno arrestato sequestrando carta di credito e telefono. Le indagini proseguono alla ricerca di altre eventuali vittime. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croce Bianca di Trento piange Silvio Maestrelli: la triste scomparsa del ragazzo

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • La leggenda di Santa Lucia, "collega" di Babbo Natale

  • Incidente mortale sulla A22: furgone contro un camion

  • Lo spettacolo della 'galaverna' in Valsugana

  • Non sai cosa regalare a Natale? Regala una mucca

Torna su
TrentoToday è in caricamento