Ravina: massi per scoraggiare gli incivili

A Ravina la situazione che alcuni volontari hanno tentato di risolvere in autunno si è ripresentata e così finalmente è intervenuta l'amministrazione comunale. La zona è stata ripulita e accanto alla strada sono stati posizionati dei massi per scoraggiare i "furbi". Funzioneranno?

foto di Giovanni Gadotti

Tempo fa vi avevamo raccontato dell'impegno di alcuni, pochi, volontari che si sono rimboccati le maniche per ripulire i boschi della Val Gola, sopra Ravina, sempre più usati come discarica da parte dei soliti, ignoti, incivili (vedi storie correlate a fianco). Dopo un po' la situazione era tornata come prima: copertoni, materassi ed elettrodomestici sono tornati ad abitare i boschi della stretta valle, attraversata dal Rio Gola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La questione è stata segnalata all'amministrazione comunale che infine è intervenuta per ripulire l'area, grazie alla collaborazione del custode forestale Antonio Forti. Per scoraggiare maggiormente l'abbandono di rifiuti di ogni sorta sono stati posizionati dei massi che impediscono di accostare. Speriamo che siano più duri della testa dei soliti recidivi. 10991094_10205975106766646_3164124074370946013_n (1)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso si avvicina all'escursionista e lo segue: l'incontro è avvenuto in Val di Non

  • Dramma in montagna: ricercatore dell'Università di Trento cade in un crepaccio

  • Allerta meteo in Trentino: in arrivo nubifragi e grandine

  • Cade con la carrozzina nel torrente e muore

  • Cade nel fiume: ripescato vivo un chilometro e mezzo a valle, è grave

  • Trentino, visite specialistiche gratuite per le donne: come effettuarle

Torna su
TrentoToday è in caricamento