Dimaro, rave party nei boschi: 24enne solandro denunciato come organizzatore

Carabinieri e Guardia di Finanza intervenuti con unità cinofile ed ispettore Siae: sequestrate droghe per 200 grammi, nei guai il ragazzo ritenuto l'organizzatore dell'evento

Le sostanze ed i contanti sequestrati ai fermati

Sequestro di droga al rave party organizzato nella notte tra sabato e domenica nei boschi di Dimaro. Alla festa, non autorizzata, si sono presentati anche Carabinieri e la Guardia di Finanza; con l'ausilio dei cani sono state controllate 38 auto, molte provenienti da uori provincia, e 74 persone.

Ammonta a 200 grammi il totale delle sostanze sequestrate: una coppia di partecipanti al rave è stata trovata  con un vero e proprio campionario comprendente 100 grammi di hashish, 60 di metanfetamina in cristalli, 54 pasticche di ecstasy, 6 grammi di eroina, 4 "francobolli" di una sostanza conosciuta come "speed". La flagranza di reato ed i precedenti specifici a carico dei due ne hanno determinato l'arresto.

Un 18enne vicentino, trovato in possesso di 42 grammi di hashish, è stato  denunciato, mentre altri 16  partecipanti alla festa, perlopiù molto giovani, sono stati segnalati come assuntori. Un 24enne della Val di Sole, ritenuto l'organizzatore dell'evento, dovrà rispondere di apertura abusiva di un luogo di pubblico spettacolo. 

Potrebbe interessarti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Rientro dal Ferragosto: A22 da "bollino nero"

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Cosa fare Ferragosto: cultura, musica e buona cucina

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Tamponamento a catena: in sette all'ospedale compresi due bimbi

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

Torna su
TrentoToday è in caricamento