Rapina in tabaccheria a Borgo Valsugana, arrestato un 18enne

Il giovane avrebbe ammesso le proprie responsabilità consentendo ai carabinieri di recuperare metà del bottino, 600 euro. Un cugino del giovane, 26 anni, è stato invece denunciato per aver fatto da palo

E' stato arrestato e processato per direttissima questa mattina in Tribunale a Trento il presunto autore della rapina compiuta ieri in una tabaccheria di Borgo Valsugana. Si tratta di un diciottenne albanese, residente a Borgo, individuato dopo indagini dei carabinieri e fermato nella propria abitazione. Da quanto si apprende, il giovane avrebbe ammesso le proprie responsabilità consentendo ai carabinieri di recuperare metà del bottino, 600 euro. Un cugino del giovane, di 26 anni, è stato invece denunciato con l'accusa di avere aiutato il 18enne a compiere la rapina stando fuori dalla tabaccheria e non facendo entrare i clienti, in pratica facendo il palo. Era circa mezzogiorno di ieri quando il 18enne è entrato nell’edicola Bernardi di corso Ausugum a Borgo Valsugana. In quel momento non c’erano clienti e lui ha messo le mani attorno al collo della donna che si trovava dietro al bancone e l’ha costretta a dargli i contanti che teneva in cassa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento