Quad sulle Dolomiti, Mountain Wilderness e SAT: "Ecco i danni"

Prima un fascicolo depositato alla Digos di Belluno, poi le foto dopo il passaggio dei quad in aree di alto valore ambientale: la protesta delle associazioni sulle Dolomiti tra Trentino e Veneto

E' sulla scrivania della Digos di Belluno il reportage fotografico di Mountain Wilderness, pubblicato anche da noi nei giorni scorsi, sul passaggio della carovana di quad nella zona del Col Margherita. Nel weekend diversi attivisti dell'associazione ambientalista e del CAI-SAT si sono radunati a Falcade per un'azione di protesta. Dopo la manifestazione alcuni membri dell'associazione si sono recati sul tracciato fotografando i presunti danni ambientali causati dal passaggio del raduno di quad nelle zone dolomitiche tra Trentino e Veneto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il sopralluogo sul percorso, dopo il passaggio dei quad, mostra evidenti i segni delle ruote sui prati. Crediamo che  le immagini non necessitino di  ulteriori commenti" scrive l'associazione sul proprio sito. Secondo Mountain Wilderness la manifestazione avrebbe violato (nonostante l'autorizazione delle amministrazioni locali, esclusa quella di Soraga) norme statali e comunitarie sulla protezione delle aree attraversate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento