La Questura espelle lo straniero che aggredì un'operatrice del Punto d'Incontro

Dopo due distinti episodi di aggressione alla cooperativa di via Travai il 27enne tunisino venne sottoposto a trattamenti in ospedale. Oggi il trasferimento, con scorta, al CIE di Caltanissetta

E' stato trasferito al Centro di Identificazione ed Espulsione (CIE) di Caltanissetta il 27enne, cittadino tunisino, che qualche settimana fa aggredì un'operatrice del Punto di Incontro, l'ente che offre pasti ed altri servizi alle persone senza dimora. L'episodio destò non poca preoccupazione nella cooperativa di via Travai, tanto da spingere la direzione a chiudere per alcuni giorni, per poi dotarsi di una guardia giurata. 

In seguito a quell'episodio il giovane fu identificato dalla Polizia Locale e sottoposto a Trattamento Sanitario Obbligatorio (TSO) mostrando, scrive la Questura, "atteggiamenti aggressivi e violenti anche nei confronti del personale sanitario, che ha richiesto più volte l'intervento della polizia". 

Sarebbe stato proprio il reiterarsi di episodi violenti, si legge nella nota, a spingere il Questore a firmare un decreto di espulsione. A suo carico vari precedenti: traffico di stupefacenti, ricettazione, rapina, lesioni personali, furto aggravato, porto di oggetti atti ad offendere, resistenza a pubblico ufficiale. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento