Psoriasi: in Trentino 42.000 casi, due giornate di visite gratuite alle Terme di Comano

Circa 42.000 trentini soffrono di psoriasi, malattia che può comportare seri problemi. In Trentino c'è però un centro specializzato, che accoglie 8000 pazienti all'anno

Sono oltre 42.000 i trentini affetti da psoriasi, che in un terzo dei casi evolve e diventa un probleema grave.  Per informare e sensibilizzare i cittadini, per far luce sulle varie forme di psoriasi e sulle terapie, in occasione della Giornata Mondiale della Psoriasi, il 28 e 29 ottobre si svolgeranno consulenze e visite gratuite alle Terme di Comano centro specialistico nella cura delle patologie dermatologiche fra cui la psoriasi, come documentato da autorevoli ricerche scientifiche e testimoniato da oltre 8000 pazienti che ogni anno arrivano in cura alle terme, da ogni regione d’Italia.

“ll malato di psoriasi spesso si fa prendere dallo sconforto  perché non riesce a vedere alcuna via d’uscita” – spiega il Prof. Mario Cristofolini, già primario dermatologo all’Ospedale di Trento e Presidente del Centro Studi e Ricerche delle Terme di Comano – “Per cui, come dimostrano anche i dati, si reca sempre meno dallo specialista, aggravando notevolmente la sua situazione e precludendosi la possibilità di venire a conoscenza delle terapie che sono numerose ed efficaci anche nelle forme più gravi. In queste ultime i farmaci biotecnologici hanno consentito miglioramenti un tempo impensati. L’importante è però non arrivare alle forme gravi della malattia, evitando cause scatenanti, conducendo stili di vita corretti, praticando terapie prive di effetti collaterali".

Gli specialisti saranno a disposizione del pubblico e risponderanno alle domande di chi vorrà saperne di più sulla malattia, che non è di un solo tipo. La più diffusa è quella ‘a placche’ (80-90% dei casi), ma esistono anche altre forme più rare, poco conosciute e per questo sottostimate. Una di queste è la ‘psoriasi invertita’, caratterizzata da chiazze rosse non desquamate sotto le ascelle, sui genitali e sull'addome di chi è in sovrappeso, fino al solco sottomammario. La forma più frequente tra gli adolescenti invece è la ‘psoriasi guttata’, caratterizzata da piccole chiazze desquamate su tronco, braccia, gambe e cuoio capelluto. Esistono poi la ‘psoriasi pustolosa’ e quella ‘eritrodermica’: la prima è caratterizzata da pustole anche molto localizzate, mentre nella seconda la pelle appare infiammata e arrossata, provoca prurito o bruciore ed è tra le forme più gravi. Su queste l’attenzione è ancora molto bassa. 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Valdastico: Fugatti e Zaia a Roma, accordo per lo sbocco a Rovereto sud

  • Cronaca

    Vento forte: decine di interventi dei Vigili del Fuoco

  • Politica

    Convegno contestato, Fugatti: "Forzate due porte a vetri". Scatta la denuncia

  • Cronaca

    Importano auto di lusso senza pagare l'Iva, tra gli acquirenti anche 34 trentini

I più letti della settimana

  • Giornata Mondiale della Sindrome di Down: ecco cosa significano i "calzini spaiati"

  • Tragedia a Vezzano: muore investito dal suo camion

  • Vento forte in arrivo: il messaggio della Protezione Civile

  • A Trento quasi una famiglia su due è composta da una sola persona

  • Sbranò un bimbo, ora è stata rieducata e adottata: una seconda vita per Asia

  • Medico opera la moglie senza autorizzazione: condannato per falso

Torna su
TrentoToday è in caricamento