Protonterapia apre ai pazienti dell'Euregio, 190 hanno già finito le cure

Sarà firmato a breve il protocollo che convenziona anche ii pazienti altoatesini e sudtirolesi. In ottobre 190 pazienti hanno finito le cure, con 500 all'anno si arriverebbe a pareggiare i conti

Protonterapia guarda oltre i confini nazionali: sarà sottoscritto a breve dai tre assessori competenti del Trentino, dell'Alto Adige e del Tirolo, e dai tre direttori generali delle Aziende sanitarie, Il protocollo ha validità triennale e definisce sia le modalità per la remunerazione, sia i criteri clinici e le condizioni di accesso alle prestazioni da parte dei pazienti dell'Euregio. 

Al 30 ottobre 2016, ricorda una nota, hanno iniziato il trattamento con protoni 214 pazienti, di cui 40 casi pediatrici, e 190 di loro hanno già completato le cure. La partenza a rilento del Centro di via al Desert non ha impedito alle richieste di continuare ad arriare: sono state oltre 1500 nei primi due anni di attività. Come ha ricordato il direttore dell'Unità operativa Mauizio Amichetti con 500 pazienti all'anno si arriverebbe a pareggiare costi vvi e ricavi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Vastissimo incendio, la montagna brucia da due giorni e le fiamme lambiscono le case

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

  • Coronavirus, medico contagiato in Germania: "Era stato in vacanza in Trentino"

Torna su
TrentoToday è in caricamento