Trentino, ogni anno 300 escursionisti si perdono nei boschi

Nella metà dei casi l'allarme per la scomparsa si risolve positivamente in poche ore, nell'altra metà entro 1 o 2 giorni, dai 5 ai 10 ogni anno sono i casi in cui lo scomparso non viene ritrovato oppure muore

Ogni anno in Trentino sono circa 300 gli escursionisti che si perdono nei boschi e in soccorso dei quali vengono attivate interventi di ricerca persone. Nella metà dei casi l'allarme per la scomparsa si risolve positivamente in poche ore, nell'altra metà entro 1 o 2 giorni, dai 5 ai 10 ogni anno sono i casi in cui la persona scomparsa non viene ritrovata in tempi ragionevoli oppure ritrovata deceduta. Numeri che fanno da sfondo all'esercitazione 'Valle di Daone 2012', organizzata dalla Protezione civile trentina-servizio Prevenzione rischi, in collaborazione con il Corpo volontario dei Vigili del fuoco di Daone che impegnera' tra sabato e domenica prossimi 150 uomini nell'alta valle di Daone, nella zona compresa fra il lago di Boazzo e il lago di Malga Bissina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trento, accoltellato dalla fidanzata: ragazzo soccorso per strada e trasportato in ospedale

  • Le migliori osterie del Trentino secondo Slow Food

  • Camion bloccato dalla neve: arrivano i Vigili del Fuoco con l'autogru

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Pioggia e neve: allerta meteo della Protezione Civile per le prossime 48 ore

  • Previsioni del tempo, neve in arrivo anche a bassa quota

Torna su
TrentoToday è in caricamento