Protezione Civile trentina in Liguria

E' partita nel primo pomeriggio dal Centro logistico di Lavis la colonna della Protezione Civile trentina composta da 30 uomini che opereranno nella zona di Lavagna , in Liguria, dove la fuoriuscita del torrente Entella, causata dal maltempo, ha creato gravi disagi alla popolazione. L'obiettivo è di liberare dal fango le molte case colpite dall'alluvione, e se necessario non si esclude l'invio di ulteriori uomini e mezzi dal Trentino, all'interno dell'operazione coordinata dalla Regione Friuli Venezia Giulia

La colonna mobile della Protezione civile trentina è composta da personale del Servizio Antincendi, dei Bacini montani, Agenzia per la depurazione, Servizio Prevenzione rischi, Servizio Gestione strade e, come supporto logistico, i Nu.Vol.A. La dotazione di mezzi è quella necessaria ad affrontare eventi alluvionali: una pala gommata, escavatori, camion, alcuni "bobcat", gruppi elettrogeni, pompe, manichette, tubi di mandata e aspirazione, un migliaio di sacchi di muta e tutto il necessario per allestire un dormitorio per gli operatori, che saranno ospitati a Lavagna a cura del Comune in una palestra. L'arrivo è previsto per le ore 16.00 di questo pomeriggio. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

Torna su
TrentoToday è in caricamento