Prostituzione: sgominata una banda che controllava via Brennero

I "boss" giocavano il ricavato alle slot machine, ed è stato questo particolare a tradirli: dalle sale da gioco dei dintorni sono partite le indagini che hanno portato a quattro arresti. In manette anche una donna, sfruttata ed a sua volta sfruttatrice

Un gruppo criminale strutturato e ben coordinato, composto da stranieri (albanesi e rumeni) ed italiani, una "banda" dedita allo sfruttamento della prostituzione. E' quanto scoperto dai carabinieri di Trento nel corso dell'operazione "Casinò" il cui esito è stato illustrato questa mattina presso il Comando provinciale di via Barbacovi cinque arresti, una denuncia a piede libero ed un divieto di dimora nel Comune di Trento.

All'interno del gruppo, che operava tra Trento e Pavia, vi erano anche due donne, sfruttate ma diventate ben presto a loro volta sfruttatrici. Una è stata arrestata mentre l'altra è la destinataria del divieto di rientro in città disposto dal Gip. Le indagini ricostruiscono la "vita notturna" di via Brennero fatta di sfruttamento, sesso e tanto, tanto, denaro.

A tradire i "boss" di Trento nord è stata proprio la passione per il gioco d'azzardo: il denaro ricavato dal giro di prostituzione veniva infatti subito reinvestito nelle sale di slot machine della zona. E' proprio da quei locali che hanno avuto inizio le indagini che hanno fatto luce su una realtà ben organizzata: nel rapporto dei carabinieri si parla di una banda che aveva "una struttura solida basata sul controllo di quell'area", e che arrivava a sfruttare decine di ragazze, ognuna delle quali poteva guadagnare in un mese fino a 8000 euro.

Si parla anche di violenze ed altre forme di sottomissione, come sempre in questi casi, oltre a ritmi di "lavoro" disumani e orari tassativi sugli spostamenti. Quanto al presidio del territorio la banda era arrivata ad "insediarsi" in luoghi pubblici, parchi e giardini rivendicati come propri. E' anche grazie a queste segnalazioni che le indagini hanno fatto il loro corso ed hanno portato a sgominare la banda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento